|

martedì 29 settembre 2015

Qualità della dieta e metabolismo muscolare

La quantità di proteine non influenza il metabolismo del muscolo

NUTRIZIONE
imm4Le diete ad alto contenuto proteico sono note e suscitano interesse per preservare la massa magra (FFM) durante bilancio energetico negativo. Questo vale comunque anche in un bilancio energetico neutro o positivo, ovvero un aumento temporaneo del consumo proteine ​​alimentari per 3 mesi può portare ad un aumento della FFM, soprattutto se combinato con l'esercizio fisico regolare.

Tuttavia, l'impatto di un apporto a lungo termine basso o alto di proteine ​​sul bilancio proteico del corpo in toto e del muscolo in particolare non è stato ancora bene definito. Un aumento della sintesi proteica, accompagnato da una contemporanea riduzione del catabolismo proteico a causa del maggior consumo di proteine, ​​può essere responsabile del mantenimento o dell'aumento di massa magra, indipendentemente dal bilancio energetico.

A differenza di una dieta ricca di proteine, si pensa che un apporto relativamente basso di proteine ​​possa portare ad una diminuzione della sintesi delle proteine ​​muscolari, con conseguente perdita netta di proteine. Una dieta che fornisca il 15% di proteine ​​di energia, o una quantità assoluta di 0,8 g di proteine​​/ kg/die, è quella raccomandata per mantenere il corretto equilibrio dell’azoto.

Questo studio considera l’ipotesi che il consumo di una dieta povera di proteine possa indurre un equilibrio proteico di tutto il corpo negativo e possa ridurre i tassi di sintesi proteica muscolare basale se confrontato con una dieta ricca di proteine.

Si tratta di uno studio randomizzato in parallelo in 40 soggetti che hanno seguito una dieta o iperproteica (proteine ​​2,4 g/kg /die) o basso contenuto proteico (0,4 g di proteine​​/kg/die) a energia equilibrata (30/35/35% o 5 / 60/35% di energia da proteine​​/carboidrati/grassi) per un periodo di 12 settimane.

Dopo 12 settimane di intervento, il bilancio proteico a digiuno è stato più negativo nel trattamento ricco di proteine ​​rispetto al trattamento ​​a basse proteine (-4,1 ± 0,5 vs -2.7 ± 0.6 micromol fenilalanina /kg /h; P <0.001 ). La distribuzione delle proteine nel corpo, la sintesi proteica e il metabolismo erano significativamente più alti nei soggetti in iperproteica rispetto a quelli a basse proteine. I parametri di sintesi proteica muscolare basale sono stati mantenuti uguali nei 2 trattamenti.

Nonostante un turnover proteico inferiore, il bilancio proteico netto post-assorbimento di tutto il corpo non era sceso nella dieta a basse proteine.

A digiuno durante la notte, l'adattamento a un basso apporto di proteine non si traduce in un equilibrio proteico di tutto il corpo più negativo, almeno in un trattamento di 3 mesi.

Saranno da indagare i meccanismi di adattamento sottesi, magari usando numeri maggiori di partecipanti. La popolazione è molto giovane e metabolicamente sana, senza problemi di sovrappeso o insulino resistenza. Questo potrebbe aver influenzato i risultati.
 
Autori: Hursel R, Martens EA, Gonnissen HK, Hamer HM, Senden JM, van Loon LJ, Westerterp-Plantenga MS
Fonte: PLoS One. 2015 Sep 14;10(9):e0137183
Link della fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4569069/