|

martedì 30 luglio 2019

La dieta sana fa forte l’anziano

Una dieta povera favorisce la fragilità nell’anziano

NUTRIZIONE
imm3Quando le persone anziane seguono una dieta di scarsa qualità, vedono aumentare il rischio di diventare fragili. Sul rapporto tra dieta e fragilità nella popolazione anziana ha indagato uno studio olandese.
 
I ricercatori – guidati da Linda Milou Hengeveld, della Vrije Universiteit di Amsterdam – hanno seguito 2.154 anziani statunitensi per quattro anni. All’inizio, i partecipanti avevano un’età compresa tra i 70 e gli 81 anni.
 
Sono stati classificati “robusti” se non sembravano avere problemi cognitivi o problemi di fragilità fisica, o “pre-fragili” se avevano uno o due sintomi di fragilità. Complessivamente, 277 partecipanti sono diventati fragili.  E tra i 1.020 che hanno iniziato in buone condizioni, 629 sono diventati fragili o pre-fragili.
Al primo follow-up, l'assunzione dietetica nell'anno precedente è stata valutata con un questionario sulla frequenza alimentare.

Tra i soggetti robusti e fragili, dopo l'aggiustamento per i confondenti, incluso l'assunzione di energia, quelli che consumavano diete di scarsa e media qualità avevano un'incidenza di fragilità superiore rispetto a quelli che consumavano diete di buona qualità. Non sono state osservate associazioni per l'assunzione di energia o proteine
Una cattiva qualità della dieta generale e un minore apporto proteico vegetale possono aumentare il rischio di diventare fragili in età avanzata. 
 
 
Leggi l’articolo su Quotidiano Sanità
 
Autori: Hengeveld LM , Wijnhoven HAH, Olthof MR , Brouwer IA , Simonsick EM  , Kritchevsky SB , Houston DK , Newman AB , Visser M 
Fonte: J Am Geriatr Soc. 2 luglio 2019: 10.1111 / jgs. 16011.
Link della fonte: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/jgs.16011