|

martedì 30 settembre 2014

Pnei e sistemi dello stress

Il fulcro della Pnei è lo studio dei sistemi dello stress. L’iperattività dei sistemi dello stress e, principalmente, del sistema HPA (ipotalamo, ipofisi e surrene), GH e prolattina produce uno stato infiammatorio cronico ed evidenti ripercussioni a carico della funzionalità gonadica (ovaio e testicolo) e di quella tiroidea.

SALUTE PSICOLOGICA
stress

Lo stato infiammatorio cronico è una condizione che si associa ad acidosi e aumento dello stress ossidativo/ ridotto potenziale antiossidante endogeno. Una semplice valutazione del punteggio infiammatorio, effettuata anche mediante analisi bioimpedenziometrica, misurazione della stato di salute delle ossa (densitometria ossea) e stress ossidativo/potenziale antiossidante endogeno, può costituire un elemento chiave dell’iter diagnostico e soprattutto, indirizzare la terapia in modo più mirato.

In particolare, l’impedenziometria, attraverso la misurazione dell’acqua corporea totale, intra ed extra cellulare, e la quantificazione del grasso, ci consente da un lato di valutare lo stato di salute della matrice connettivale (della quale l’organo adiposo è parte e a livello della quale il network Pnei declina la regolazione dei sistemi nervoso, endocrino e immunitario) e dall’altro di ottenere utili elementi di valutazione dello stato immunitario.

Ricordiamo, infatti, che un marcato aumento della percentuale di grasso, soprattutto in alcuni distretti specifici, si associa ad una sorta di trasformazione dell’adipocita in cellula infiammatoria e ad una netta perdita sul piano dell’equilibrio endocrino. Ecco perché la valutazione dello stato infiammatorio, corroborata anche da parametri ematochimici ad hoc, si rivela clinicamente importante in qualsivoglia quadro sindromico.

http://www.mariacorgna.it/Index.asp