|

marted́ 31 maggio 2016

Nella dislipidemia, dieta integrata con riso rosso fermentato e coenzima Q10

Efficace anche sull’elasticità dei vasi

NUTRIZIONE
imm4

Le cause di morte più frequenti in Italia sono le malattie ischemiche del cuore (75.098 casi), le malattie cerebrovascolari (61.255) e altre malattie del cuore (48.384) (ISTAT)
Poi i tumori maligni.

Quante di queste malattie potrebbero essere evitate o rese meno aggressive tramite la nutrizione corretta?

La dislipidemia è una patologia molto diffusa e costituisce uno dei fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Anche se il binomio colesterolo alto = infarto a volte viene messo in discussione, è riconosciuto che i problemi cardiovascolari derivano da una costellazione di fattori di rischio, tra cui la dislipidemia, ma anche l’obesità e il sovrappeso, l’abitudine a fumare, l’ipertensione, l’inquinamento, lo stress ecc ecc.

Alla base probabilmente c’è la fantomatica infiammazione, ovvero la risposta del corpo ad uno stato di sofferenza.

Questo studio italiano in doppio cieco ha randomizzato 40 fumatori con ipercolesterolemia moderata che non assumevano farmaci a ricevere, dopo 4 settimane di dieta e attività fisica, un integratore a base di riso rosso fermentato contenente 10 mg di monacolina K e coenzima Q10 da assumere per 6 mesi.

Vediamo in dettaglio i componenti dell’integratore.

La Monacolina derivante dalla fermentazione del riso rosso con il lievito Monascus purpureus ha una struttura chimica simile a quella della lovastatina e blocca l’enzima che sintetizza il colesterolo. Già usata nella medicina cinese, in Italia è approvata come ipolipemizzante nella dose di 10 mg/die. Oltre agli effetti ipocolesterolemizzanti, la monacolina ha dimostrato efficacia nel ridurre il grasso nel fegato steatotico, e pare abbia proprietà antitumorali e antiinfiammatorie.

Il coenzima Q10 detto anche ubichinone è un componente della catena di trasporto degli elettroni nei mitocondri. Ha un’azione antiossidante utile per combattere i radicali liberi nell’organismo ed i fenomeni di perossidazione e invecchiamento.

Durante il trattamento con monacolina, i pazienti hanno visto ridursi le LDL del 26.3%. In concomitanza, è migliorata la reattività endoteliale e si è ridotta la rigidità arteriosa.

L'assunzione a lungo termine del supplemento dietetico è associata ad un miglioramento della colesterolemia e della reattività vascolare in soggetti moderatamente ipercolesterolemici.

 

Autori: Cicero AF, Morbini M, Rosticci M, D''Addato S, Grandi E, Borghi C.
Fonte: Ann Nutr Metab.2016;68(3):213-9. doi: 10.1159/000445359. Epub 2016 Apr 8.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27055107

 

Sono in studio molte altre sostanze con proprietà ipolipemizzanti.

In particolare, i guggulsteroni hanno dimostrato proprietà ipocolesterolemizzanti e ipotrigliceridemizzanti, nonché azione antinfiammatoria e antiaggregante piastrinica, tanto che nei topi sembrano proteggere dall’occlusione cerebrale indotta sperimentalmente.

Per non parlare della lespedeza, un legume perenne originario dell'Asia Orientale utilizzato terapeuticamente nella medicina tradizionale asiatica per proteggere la funzione di fegato, reni e polmoni. In effetti favorisce il drenaggio dei liquidi corporei e la funzionalità delle vie urinarie supportando le funzioni depurative dell’organismo. Contribuisce alla regolare funzionalità dell’apparato cardiovascolare e del metabolismo dei lipidi. La componente antiossidante composta dai flavonoidi sembra essere la frazione attiva funzionale.

Recentemente il centro studi Dietosystem ha messo a punto un integratore alimentare che è un supporto valido ad una dieta volta a ridurre il rischio cardiovascolare. ELLEDIELLE è il nome del prodotto, ed è un integratore a base di monacolina, guggulsteroni, acido idrossicitrico, flavonoidi e coenzima Q10.  Insieme alla dieta ipocolesterolemizzante, aiuta i vostri pazienti a ridurre i lipidi nel sangue.


 

Per saperne di più